Milton H. Erickson e l'ipnosi naturale

Milton Erickson (USA, Nevada, 1901 - Arizona, 1980) è stato presidente e fondatore della Società Americana di Ipnosi Clinica, dalla sua esperienza Richard Bandler e da John Grinder hanno ideato la Programmazione neuro linguistica (PNL).

I continuatori dell'opera di Milton Erickson applicano una particolare forma di ipnoterapia chiamata Ipnosi Ericksoniana. A Phoenix in Arizona, vi è la sede della Milton Erickson Foundation ed a Roma la Scuola Italiana di Ipnosi Ericksoniana, diretta dal Prof. Camillo Loriedo.

 

L'ipnosi Ericksoniana si discosta dai modelli classici d'ipnosi rituali e standardizzati, soprattutto per lo spazio offerto alla relazione (rapport) tra paziente e terapeuta, infatti in questa accezione l'induzione e la gestione della trance ipnotica sono per lo più "indirette" e "sintoniche" con il paziente e con le sue difese inconsce. L'inconscio assume per Erickson, una particolare rilevanza per le sue capacità creative e auto-rigenerative.

L'ampio uso di metafore, di narrazione e d'immaginazione, permette al terapeuta di comunicare a un livello subliminare con la mente inconscia del paziente, il quale attivamente produce dei nessi riassociativi e una progressiva ristrutturazione della sua psiche profonda.

 
 

M. Erickson scoprì, e utilizzò in chiave terapeutica, il fenomeno della "focalizzazione ideodinamica indiretta", riferibile come quella manifestazione che fa sì che quando pensiamo a un certo comportamento lo agiamo impercettibilmente a livello inconscio. Sinteticamente, l'uso terapeutico di questo fenomeno, consente alle suggestioni indirette del terapeuta di realizzarsi a beneficio della mente inconscia del paziente che grazie alle sue capacità naturali di apprendere, può appropriarsi di nuovi schemi e liberarsi dalle credenze e dalle stereotipie limitanti e patologiche.

 

L'ipnosi di Erickson è conosciuta anche come "ipnosi naturale", in quanto egli rilevò la similitudine tra la trance ipnotica e molte situazioni di vita quotidiana in cui si trovano tutti gli individui: l'essere assorti in una lettura, nella guida di un'automobile, il focalizzarsi su un'idea che ti estranea parzialmente dal mondo esterno, ecc...

 

Nel suo far leva proprio sulle capacità naturali dell'individuo, che è visto innanzitutto come portatore di risorse e di energie, anche se parzialmente bloccate, l'induzione e la trance sono semplicemente assecondate dal terapeuta, in maniera conversazionale e poco direttiva, sempre nel rispetto più profondo dei valori, dello stile e della personalità del paziente.

 

Erickson ebbe una vita intensa e travagliata nella quale dovette affrontare la malattia e l'infermità, ma proprio grazie al suo acume, alla forza di volontà, ed alle sue capacità, da queste esperienze trasse gli elementi e lo stimolo per elaborare il suo modello di psicoterapia e di sviluppo del potenziale della mente umana.

 

L'ipnosi clinica e la psicoterapia ipnotica sono utilizzate per il trattamento di molte psicopatologie e risultano particolarmente efficaci nella cura dell'ansia e degli attacchi di panico, delle fobie, ansia, stress, della depressione, dei disturbi psicosomatici e sessuali, oltre che delle dipendenze patologiche. 

 

« L'ipnosi non esiste, tutto è ipnosi »

(Milton Erickson )